Napoli, partita sperimentazione di differenti approcci terapeutici con apparecchiature elettromedicali

Partirà in questo mese, all' Università della Campania, la partnership con la Società BTL Italia, leader negli apparecchi elettromedicali
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
.
btl-napoli
La Cattedra di Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”, diretta dal Prof. Raffaele Gimigliano, in collaborazione con la società BTL Italia, ha avviato un importante progetto che promuove la ricerca in ambito riabilitativo al fine di poter divulgare alla comunità scientifica i risultati ottenuti nelle differenti casistiche.  Le metodiche utilizzate saranno inoltre oggetto di studi per gli studenti nell’ottica di una formazione a 360 gradi in ambito riabilitativo.
Come è noto, il dolore è un sintomo costante di molte patologie muscolo-scheletriche e viene trattato spesso con farmaci analgesici che hanno molte controindicazioni, e nel lungo periodo possono danneggiare  il nostro organismo anche in modo grave.
Ormai già da molti anni, i risultati ottenuti nel trattamento di diverse patologie attraverso l’utilizzo di dispositivi elettromedicali sono una realtà comprovata, tanto da parlare delle attrezzature mediche per la riabilitazione come significativamente efficaci. Nella maggior parte dei casi, l’effetto di sollievo dal dolore è immediato e duraturo già dopo poche sedute di terapia. Purtroppo le evidenze scientifiche a supporto dell’uso di terapie fisiche strumentali sono ancora scarse e la richiesta di studi ben condotti in questo settore è forte da parte del mondo scientifico.
Inevitabilmente, l’efficacia della terapia è strettamente collegata alla natura della stessa. Negli ultimi anni, in questo ambito, la tecnologia può vantare di aver fatto passi da gigante, producendo dispositivi sempre più all’avanguardia e progettati appositamente per contribuire al lavoro dei terapisti e per garantire risultati sempre più efficaci per i pazienti .
Le diverse grandezze fisiche in gioco, che caratterizzano i meccanismi d’azione della vasta gamma di apparecchiature elettromedicali, utilizzate responsabilmente e secondo le modalità stabilite dalla scienza, possono contribuire ad accelerare i normali processi biologici che generano benefici per il corpo.
Pertanto l’azienda BTL Italia, branch diretto della multinazionale BTL Industries, leader nel settore della produzione di elettromedicali, ed il Prof. Raffaele Gimigliano, Direttore della Unità Operativa Complessa di Medicina Fisica e Riabilitazione e del DAI di Odontoiatria, Ortopedia e Riabilitazione, hanno manifestato fortemente la volontà d’ intraprendere questo importante percorso di ricerca sul territorio nazionale: per dimostrare quanto le corrette modalità di utilizzo dei dispositivi elettromedicali, tradizionali ed innovativi, e le loro specifiche indicazioni possono garantire l’effettiva efficacia della terapia, un miglioramento significativo delle patologie muscolo-scheletriche, traumatiche, infiammatorie o degenerative e la riduzione dei tempi di recupero.
 Il 12 giugno avverrà la consegna all’ Università delle apparecchiature elettromedicali della società BTL Italia:  per avviare appunto questa partnership tra le parti in vista della sperimentazione di differenti approcci terapeutici,  attraverso l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali quali Tecar, Onde d’Urto, Elettroterapia, Ultrasuoni e l’innovativa Tecnologia SIS – Sistema Super Induttivo. 
Fabrizio Federici  



editrice-italia-semplice
2018-06-15T15:27:13+00:00
editrice-italia-semplice-e1529071215420
2018-06-18T14:53:21+00:00

Commenti