Home » Arte & Cultura, ArtisticaMente » Cerveteri, mostra personale di Christine Ishikawa Ames

Cerveteri, mostra personale di Christine Ishikawa Ames

Sabato 11 novembre, dalle ore 18 alle 21, l’ex aula consiliare di piazza Risorgimento ospiterà il Vernissage della personale dell’artista. In mostra, fino a lunedì 13, una selezione delle sue opere
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

self-photoSi muovono sulla strada della sperimentazione costante, attraverso la ricerca e lo studio dei materiali e delle possibili applicazioni i percorsi in continua evoluzione nelle opere di Christine Ishikawa Ames.

Originaria di Chicago, l’artista oggi vive e lavora tra la California e Roma. Una selezione delle sue opere sarà visibile nel prossimo fine settimana a Cerveteri. Sabato 11 novembre, presso l’ex aula consiliare di piazza Risorgimento, dalle ore 18 alle ore 21 si terrà il Vernissage della sua personale “California Dreamin’”. L’esposizione, organizzata con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cerveteri, rimarrà visitabile fino a lunedì 13 novembre.

A Place Apart

A Place Apart

Quella per l’arte è una passione che Christine Ames scopre sin dalla giovanissima età. “Alla scuola superiore ho avuto un insegnante-mentore -spiega l’artista- che mi ha incoraggiata a seguire le mie ispirazioni artistiche. Anche se la carriera lavorativa ha preso un’altra direzione, l’arte ha continuato ad essere fondamentale”. Nonostante un percorso professionale intenso -Christine Ames è una biologa- l’interesse per l’arte non l’ha mai abbandonata, al contrario, acquisizioni e approfondimenti maturati nel corso della vita, hanno spesso dato vita ad innovativi approcci artistici “L’esperienza in Biologia e la ricerca scientifica sono diventati parte delle mie opere -prosegue- Grazie al background nella ricerca, sono sempre stata interessata all’utilizzo di nuovi materiali ed ho partecipato a seminari volti alla conoscenza di nuove tecniche e tecnologie”.

Dalla natura, dalla scienza e dall’architettura, il mondo ed i suoi fondamenti incedono nelle opere dell’artista attraverso una rivisitazione che segna un processo di rielaborazione continuo. La rappresentazione delle forme lascia spazio, sulla tela, ad intensi suggerimenti cromatici che l’artista elabora e reinventa anche attraverso l’ausilio di esclusive intuizioni materiche.

Syncopation

Syncopation

Non di rado linee e contrasti definiscono quell’equilibrio tra gli spazi in cui l’inserimento di indicazioni e rinvii simbolici mai determinano visioni statiche o immutabili. Quelle proposte dall’artista sono dimensioni temporali infinite che, attraverso istintive ed accurate disposizioni cromatiche, conducono lo spettatore oltre i confini delle barriere formali.

La mostra di Christine Ishikawa Ames rimarrà visitabile presso l’ex aula consiliare di Cerveteri fino a lunedì 13 novembre. La domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19. Lunedì dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Commenti