Home » Arte & Cultura, VIAGGI & VACANZE » Il Friuli Venezia Giulia protagonista sul piccolo schermo

Il Friuli Venezia Giulia protagonista sul piccolo schermo

Dolomiti friulane e pedemontana pordenonese
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Parola di Pollice Verde

Parola di Pollice Verde

Sabato 18 marzo 2017.  andranno in onda sulle reti Rai e Mediaset,due programmi interamente dedicati al Friuli Venezia Giulia: il primo in Parola di Pollice Verde di Luca Sardella alle ore 12.00,  e successivamente  su Linea bianca di Rai1 alle 14, due puntate molto particolari dedicate alle Dolomiti friulane oltre che  a : Marano lagunare, Aquileia, Codroipo, l’Isola della Cona e la pedemontana pordenonese.   Luca Sardella e la sua troupe hanno effettuato delle riprese a Marano Lagunare, cittadina di circa 1800 abitanti nella provincia di Udine, ricca di storia, fu dominio prima di Roma imperiale, poi di Aquileia e nel 1543 della Repubblica Serenissima. In tale occasione si potrà assistere all’asta del pesce e conoscere la pesca dei fasalori dell’Adriatico,  oltre che  ascoltare un intervento della Capitaneria di Porto sulla disciplina che regolamenta la pesca di questo mollusco. La puntata proseguirà poi con la visita dell’antico porto fluviale e  città di Aquileia, antica colonia romana fondata nel 181 a.C  e  capitale della X regione augustea e successivamente sede importante della  Chiesa cristiana. Con la sua Basilica patriarcale risalente all’anno 1000 e coi suoi mosaici del IV secolo, rappresenta  un magnifico esempio di architettura religiosa. Non potrà mancare anche una sosta all’isola della Cona coi bellissimi cavalli della Camargue e la visita dell’area protetta con diverse specie di uccelli migratori. In conclusione a Codroipo si potrà assistere alla battitura del baccalà oltre che alla produzione di vari tipi di farine a mulino.

Massimiliano Ossini prima del lancio in deltaplano

Massimiliano Ossini prima del lancio in deltaplano

Nel pomeriggio alle ore 14 su Linea Bianca di Rai 1, Massimo Ossini e i co-produttori del programma Alessandra del Castello e Lino Zani percorreranno un itinerario davvero interessante attraverso numerose località friulane:  da Erto e Casso  e i racconti  della triste e tragica vicenda del Vajont, al  campanile di Valmontanaia – vetta simbolo delle Dolomiti friulane nel comprensorio dell’alta Val Cimoliana nel comune di Cimolais;  da Comolais e Andreis, a Pofabbro e poi ancora sino alle alte vette del Piancavallo  con una visione area su un deltaplano, per poi concludersi a San Quirino con il suo noto zafferano e a Spilimbergo (Spilimberc o Spilinberc in friulano), in provincia di Pordenone sulla sponda destra del Tagliamento, e nota in tutto il mondo per la Scuola dei Mosaicisti del Friuli Venezia Giulia.

 

 

Scuola mosaicisti di Spilimbergo

Scuola mosaicisti di Spilimbergo

 

I programmi sono stati realizzati grazie alla collaborazione di PromoTurismoFVG, il Parco delle Dolomiti friulane, le Guide alpine e naturalistiche del FVG, i Comuni di Erto e Casso, Poffabro e Barcis, la Scuola mosaicisti del Friuli, l’Associazione i Borghi più Belli d’Italia del FVG, l’ ASD Monte Cavallo e le Scuole Sci di Piancavallo e Aviano/Piancavallo, . la Capitaneria di porto di Monfalcone e  l’ Organizzazione di produttori della pesca dei fasolari dell’Alto Adriatico.

 

 

 

Per ulteriori informazioni:   www.promoturismo.fvg.it/   www.scuolamosaicistifriuli.it

di Daniela Paties Montagner

Campanile_Val_Montanaia

Campanile_Val_Montanaia

Linea Bianca

Linea Bianca

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Commenti