Home » Arte & Cultura, Eventi » Rieti, mostra d’arte con asta pubblica per Amatrice

Rieti, mostra d’arte con asta pubblica per Amatrice

Giovedì 13 aprile alle 21.30 le opere donate dagli artisti ed esposte nella Mostra Internazionale d’arte inaugurata lo scorso 6 aprile all’interno dello “Scopigno Cup Rieti 2017” verranno battute in un’asta di beneficenza
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Lorenzo Triolo, Alba sul mare

Lorenzo Triolo, Alba sul mare

Si concluderà con un’asta di beneficenza a favore dei bambini di Amatrice la Mostra Internazionale d’Arte che è stata inaugurata giovedì 6 aprile presso il Park Hotel Villa Potenziani a Rieti. Per l’iniziativa, che rientra tra quelle legate allo “Scopigno Cup Rieti 2017” gli artisti partecipanti hanno donato le loro opere che rimarranno esposte fino a giovedì 13 aprile, serata di chiusura nella quale verrà effettuata, alle 21.30 un’asta pubblica. Il ricavato verrà destinato all’acquisto di materiale pittorico per la Scuola di Pittura che il Gruppo Artisti Reatini sta portando avanti nel territorio colpito dal terremoto.

Claudio Belleggia, Portofino

Claudio Belleggia, Portofino

Tra gli artisti che hanno donato le loro opere anche il Maestro Ennio Calabria. Ad aderire all’iniziativa anche pittori e scultori che risiedono ed operano nel territorio di Ladispoli e Cerveteri, tra i quali Luciano Santoro, Stefano Azzena, Andrea Puca, Claudio Belleggia, Antonella Pirozzi, Galia Golod, Nora Nikolova Ficcadenti, Lorenzo Triolo, Franco Argenti e Paolo Maccioni (nelle foto alcune delle opere donate).

 

“L’A.S.D. Scopigno Cup, il Centro Arte Angioina di Cittaducale e l’associazione Cassiopea di Roma  sensibili al richiamo dei fratelli Manlio e Loris Scopigno -si legge nel comunicato di presentazione dell’evento- da sempre amanti dell’arte pittorica, organizzano durante lo Scopigno Cup Rieti 2017, giunto alla 25ma edizione, una Mostra Internazionale d’Arte con un’asta di beneficenza, il cui ricavato verrà devoluto a favore dei bambini terremotati del Comune di Amatrice”.

Andrea Puca, Fiori

Andrea Puca, Fiori

“Così durante questa edizione dello Scopigno Cup, si è pensato di incentivare e far fiorire l’arte -proseguono gli organizzatori- espressa come libertà di pensiero e si è chiamato a raccolta gli artisti sensibili alla grande disgrazia causata nel centro Italia dal terremoto, per partecipare ad una raccolta fondi con la donazione di una o più opere”.

“Le opere presenti, anche se di piccolo formato, racchiudono la personalità di grandi artisti che sanno lasciare importanti espressioni della loro arte –aggiungono- potenziando il patrimonio artistico e facendo conoscere le varie tendenze a livello mondiale, dando una chiara interpretazione di quello che sanno realizzare gli artisti contemporanei”.

Antonella Pirozzi

Antonella Pirozzi

“Le opere presentate in mostra, alla fine saranno battute in un’asta pubblica il cui ricavato sarà destinato a favore dei bambini -continua il comunicato- e all’acquisto di materiale pittorico, che utilizzeranno i bambini di Amatrice nella Scuola di Pittura che il Gruppo Artisti Reatini, sta portando avanti dal giorno della ricostruzione delle scuole nelle zone terremotate”.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Commenti