Home » Eventi » Roma, Violenza sulle donne, tra pregiudizi e asimmetrie di potere

Roma, Violenza sulle donne, tra pregiudizi e asimmetrie di potere

Un testo di formazione e informazione
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
presentazione-libro-violenza-donne-vicariato-12-aprile-18-300x180

Presentazione del libro La  violenza sulle donne-Vicariato di Roma, 12-aprile-18

«Il volume che presentiamo è il frutto di un percorso rivolto ai più fragili. Nato come progetto di ricerca all’interno della Fondazione, il gruppo di studio si è interrogato e ha interrogato esperti e professionisti impegnati su questo tema…[..] Ha raccolto una pluralità di voci e di punti di vista che vengono offerti ora a chi è interessato al confronto e all ‘approfondimento del fenomeno per acquisire maggiore consapevolezza e avere maggiori strumenti culturali per agire»,  ha dichiarato il prof. Giuseppe Chinnici, Presidente della Fondazione Beato Federico Ozanam – San Vincenzo De Paoli Ente Morale-Onlus  durante la presentazione del volume che si è svolta  lo scorso 12 aprile 2018 nell’aula della Conciliazione del Vicariato  di Roma.  Ha poi proseguito menzionando Monsignor Manto, che nella sua introduzione ha scritto della necessità di intervento e e proprio ad : «agire sui nuclei delle condizioni generatrici di questo tipo di violenza sono  chiamati insieme istituzioni, famiglie, scuola e comunità ecclesiale, con una rinnovata presa di coscienza del grave dovere dell’impegno educativo. Va in questo senso  la scelta del Vicariato di Roma di patrocinare il volume, come segno della necessità di unire gli sforzi per contrastare il fenomeno e come stimolo a ricercare insieme strategie condivise e sinergie educative che costruiscano, al di là delle differenze, un fronte comune contro la violenza e valorizzino tutte le azioni rivolte ad una reale ed efficace tutela delle donne. ..[..],  e proprio in questo contesto è  nato un percorso di sensibilizzazione e formazione sul tema promosso dal Centro diocesano per la pastorale della famiglia di cui questo testo rappresenta una prima tappa ospitando al suo interno l’elenco delle strutture che sul territorio nazionale offrono assistenza e consulenza alle donne vittime di violenza.».

Alla conferenza di presentazione tra le numerose Autorità, giornalisti  e personaggi di spicco del mondo della cultura , per menzionarne solo alcuni: l’arcivescovo Angelo De Donatis- vicario generale di Sua Santità per la diocesi di Roma, Monsignor Manto –Direttore del Centro diocesano per la pastorale della famiglia del Vicariato di Roma che ha patrocinato la pubblicazione, oltre al Prof Giuseppe Chinnici che ha curato il volume con Maria Rosa Ardizzone, Maria Francesca Francesconi, il sociologo Roberto Cipriani, la psicanalista Lucia Monterosa, la pedagogista Sandra Chistolini; Vittoria Tola-responsabile delle UDI (Unione donne italiane) , Maria Giovanna Ruggeri-Presidente di Umofc (Unione mondiale organizzazioni femminili cattoliche). Il volume “ Violenza sulle donne. Antichi pregiudizi e moderni mutamenti di identità, ruoli, asimmetrie di potere” , è il frutto di un progetto di ricerca voluto fortemente e  nato all’interno della Fondazione Ozanam-San Vincenzo De Paoli con il patrocinio del Vicariato di Roma, che grazie al prezioso supporto  professionisti ed esperti conoscitori di questo tema, ha raccolto testimonianze ed esperienze maturate in diversi  culturali e sociali , al fine  di offrire una maggiore consapevolezza e maggiori strumenti culturali per agire a chi è interessato approfondimento di questo fenomeno.  Tra i molteplici contributi, a firma di autorevoli rappresentanti delle Istituzioni quello di : Valeria Fedeli,  Ministro  della Pubblica Istruzione (Miur), del Capo  del Dipartimento delle Pari Opportunità (DPO) presso la Presidenza del Consiglio de Ministri, di Mons. Andrea Manto, Direttore della Pastorale della Famiglia del Vicariato di Roma, di esperti, studiosi, responsabili di strutture (Ceis, Rising, Consultorio La Famiglia) e di Associazioni (UDI, UMOFC, Donne in Nero) che operano a livello nazionale e mondiale, sono una testimonianza dell’adesione e dell’interesse suscitato da questo progetto.

 

di  Daniela Paties Montagner

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Commenti