Home » Cronaca & Attualità » Santori e Giudici sulla sicurezza: «Anche a Roma c’è rischio Kabobo»

Santori e Giudici sulla sicurezza: «Anche a Roma c’è rischio Kabobo»

Due uomini pericolosi, instabili mentalmente e violenti stanno seminando il terrore in via dei Colli Portuensi. I due consiglieri chiedono subito un vertice di pubblica sicurezza
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

 

Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio.

«La questione dei due uomini ai Colli Portuensi, uno dei quali che gira indisturbato per il quartiere con la spada in pugno minacciando cittadini e commercianti, va affrontata immediatamente perché Roma non vuole un altro Kabobo», queste le parole di Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e Marco Giudici, consigliere del Municipio XII, che proseguono: «Per questo prima che sia troppo tardi torniamo a chiedere un vertice di pubblica sicurezza che nelle prossime ore affronti la questione. In particolare ci rivolgiamo al Prefetto di Roma, affinché si faccia carico della questione rendendo innocui i due indivudui e incrementi i controlli sul territorio a tutela dei cittadini, ma soprattutto delle donne e dei bambini, che paiono essere i bersagli preferiti dai soggetti».

L’episodio, a cui  i due consiglieri si riferiscono, è accaduto l’11 maggio dello scorso anno, quando, il 32enne ghanese Adam Kabobo, uccise a picconate tre persone nel quartiere Niguarda di Milano; poi condannato in primo grado a vent’anni di carcere.                                                                                                  

«Per far muovere le istituzioni non sono bastate fino ad oggi le denunce e le querele presentate dai cittadini. – continuano Santori e Giudici – Ora tutti sanno qual è il pericolo che stiamo correndo. Le istituzioni, il sindaco Marino e il prefetto Pecoraro, intervengano prima che ci scappi la tragedia».

Chiara Ferrante

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Commenti